Case Study Nital

Rittal realizza il nuovo data center di Nital, distributore di Nikon per l’Italia.

L’azienda

PMA è dal 1991 la società di servizi logistici e IT del Gruppo Fowa-Nital, distributori in Italia da oltre 50 anni in di materiale fotografico e accessori (NIKON, Pentax, Panasonic, etc.). Il Gruppo ha iniziato nel 1958 con Fotoexacta, divenuta Fowa nel 1971, mentre nel 1991 viene fondata la Nital per distribuire il marchio NIKON in Italia.

La gamma di prodotti, distribuita a livello nazionale, è costituita da apparecchi fotografici e accessori (borse, obiettivi, memory card), small appliances casalinghe (robot iRobot, sigillatrici sottovuoto Foodsaver), apparecchi HiFi multiroom wi-fi (Sonos), accessori per mobile devices e stampa 3D.

LTR Service, società del gruppo, offre i servizi di riparazione e assistenza tecnica post-vendita per tutti i prodotti dei marchi trattati.

La Sfida

Nel 2013 il Gruppo si è trasferito dalla sede storica di Via Tabacchi in Torino, alla nuova sede di Moncalieri, a pochi chilometri da Torino. La nuova sede è stata costruita seguendo criteri altamente tecnologici, a ridotto impatto ambientale, grazie anche a 1300 pannelli fotovoltaici che producono l'80% del fabbisogno aziendale, ma soprattutto tenendo conto del benessere dei dipendenti.

Il trasferimento di Nital nella nuova sede è stato anche l’occasione per realizzare un nuovo Data Center che permettesse di massimizzare l’efficienza dei consumi energetici, che offrisse una scalabilità futura e garantisse la massima sicurezza dell’investimento effettuato.

“Il vecchio data center era composto da una serie di armadi rack server situati in una sala obsoleta che si erano stratificati nel tempo, causando enormi problemi di affidabilità, dovuti soprattutto a polvere e cablaggi non strutturati”, afferma Massimo Margiotta, Chief Information Officer del Gruppo.

“Visto il cambio di sede, abbiamo deciso di riprogettare una nuova sala server modulare e indipendente, dotata delle più recenti tecnologie adatte a garantire la sicurezza e gli standard qualitativi che ci eravamo prefissati” continua Margiotta.

Il nuovo data center è stato realizzato a Moncalieri al fine di poter gestire in modo efficiente tutti i servizi IT del Gruppo Fowa-Nital.

La soluzione

Dopo aver analizzato due vendor leader di settore, Nital ha scelto di affidare a Rittal la realizzazione del nuovo data center. “Rittal si è mossa con rapidità progettando una soluzione basata sulle nostre esigenze e soprattutto rispettando il principio che ha sempre contraddistinto il Gruppo Fowa-Nital: alta qualità degli asset utilizzati con un investimento adeguato, in relazione al risultato che si vuole ottenere” afferma Margiotta.

Rittal ha progettato e realizzato il Data center principale e il Disaster Recovery, nello specifico il sito primario è costituito da una soluzione RiMatrix composta di 3 rack server HPC, sistemi di condizionamento di precisione a colonna LCP e la continuità elettrica è garantita attraverso un sistema UPS modulare PMC40. Tutto il sistema è completo di sistemi di sicurezza per mezzo di soluzioni Det-AC (rilevazione fumi precoci e spegnimento incendi), sistemi di monitoraggio parametri ambientali e di accesso CMC-TC. Il sito secondario (DR) è costituito da un unico rack server autonomo composto da condizionamento da tetto e sistemi di monitoraggio CMC-TC.

Entrambe le infrastrutture vengono gestite e monitorate dal software DCIM RiZone, software in grado di reagire autonomamente a situazioni critiche e di malfunzionamento dell’intera soluzione.

I benefici

“I prodotti Rittal, dopo un tuning iniziale, si sono rivelati assolutamente affidabili e autonomi. Grazie alla soluzione acquistata che prevede armadi chiusi, l’assenza di polvere ci ha permesso di ridurre drasticamente i guasti a dischi e server. A distanza di qualche anno abbiamo anche potuto constatare il considerevole risparmio energetico, ottenuto grazie all’adozione dei sistemi di raffreddamento della sala server, pari al 30% rispetto all’anno precedente” conclude Margiotta.